Bon Jovi 2020: l’America del nostro tempo in musica

Il titolo dell’ultima fatica della band del New Jersey è secco, immediato e riporta semplicemente ciò che vuole raccontare: il 2020, questo nostro disastrato anno che sta cambiando così profondamente le nostre vite.

Il quindicesimo album dei Bon Jovi, registrato nel 2019 e la cui uscita è stata rinviata a causa della pandemia, è finalmente uscito il 2 ottobre scorso.

Se l’obiettivo era quello di rappresentare musicalmente un ritratto dell’America e della società contemporanea, lo scoppiare della pandemia di Covid ha inciso ulteriormente sulla visione del mondo di John, tant’è che la track list dell’album si è arricchita di due nuovi brani: American Reckoning, che parla della morte dell’afroamericano George Floyd e Do You What You Can, scritta durante la pandemia.

I temi trattati sono importanti: la sofferenza, il senso di smarrimento di fronte a una società che perde giorno per giorno valori importanti quali la famiglia, l’empatia, il senso di solidarietà nei confronti dei più deboli ed emarginati, in nome della consacrazione al dio denaro, al successo, all’apparire anziché all’essere autentici.

Tutto questo è sicuramente un passo avanti rispetto ad album del recente passato ed è lodevole l’impegno a scavare in temi così scottanti e critici, ma se le intenzioni sono lodevoli è mancato il coraggio di staccarsi dal vecchio clichè di un rock facile, farcito di pop e di melodie orecchiabili ma che non dicono niente di nuovo e non aggiungono quella rabbia che ci sarebbe piaciuto sentire.
Le tracce, pur con testi interessanti nel contenuto, diventano ballads un po’scontate, mentre tematiche così forti ci sarebbe piaciuto sentirle urlate, o comunque rese attraverso una ricerca musicale meno pigra e adagiata su schemi già consolidati.

Tracklist
· Limitless
· Do What You Can
· American Reckoning
· Beautiful Drug
· Story Of Love
· Let It Rain
· Lower The Flag
· Blood in the Water
· Brothers in Amrs
· Unbroken

Line up
· Jon Bon Jovi – voce, chitarra ritmica acustica addizionale
· David Bryan – pianoforte, tastiere, cori
· Tico Torres – batteria, percussioni

· Phil X – chitarra solista, talkbox, cori
· Hugh McDonald – basso, cori

 

Voto: 6,5

 

-Rosanna Marinelli