Korg serie NANO2: controller compatti ad un prezzo moderato

Per puro caso parlavo con dei colleghi (lavoro nello show business) di controller fisici per svariati applicazioni, perché spesso serve avere dei fader, dei tasti o dei bottoni sottomano. Io cercavo un controller portatile, economico e con un setup facile da collegare al mio Bheringer XR18 per i lavori piccoli.

Ne ho provati diversi, dai Bheringher agli ICON (molto belli) fino alla serie NANO2 di Korg, e proprio su questo é finito l’acquisto. La motivazione é semplice: se devo avere costi, ingombri e pesi uguali ad un mixer “vero”, tanto vale prendere un mixer vero.

Ma torniamo a Korg: la serie nano é estremamente compatta: 33×8 centimetri e si infilano comodamente in qualsiasi zaino. Sono autoalimentati dall’USB (unica connessione presente) e pesano meno di 300g.

Prodotti in 3 versioni:

NanoKONTROL2 fornisce 8 fader non motorizzati, 8 potenziometri, tasti transport e tasti mute, solo e rec per ogni fader retroilluminati.

NanoPAD2 da a disposizione 16 pad e un touchpad X-Y, piú 4 tasti per cambiare le memorie di assegnazione dei tasti.

NanoKEY2 offre una tastiera 25 tasti con velocity, i tasti per il traspose delle ottave, tasti pitch + e -, tasto sustain e tasto modulation.

Con l’apposito software di Korg si possono mappare i comandi midi assegnati ad ogni tasto del controller, che siano note, control change, program change, feedback esterni, funzioni latch.

Un sistema modulare che nasce come controllo per le DAW, ma che puó trovare utilizzo in ambienti molto diversi: mixaggio live (con behringher ma tanti altri mixer con controllo remoto), regie video e streaming (con OBS e Vmix ad esempio), regie luci (come estensioni di pcWing o per una consolle pc based come QLC+), performance artistiche con VST o Ableton e per il controllo di Show controller (ad esempio Qlab, SCS e SFX).
Sono la scelta giusta per una regia anche in mobilitá che sia compatta, con un discreto livello di controllo e sempre ordinata, senza troppi cavi e alimentatori.

Esistono anche le versioni studio: Il NanoKONTROL studio offre fader da 100mm, una manciata di bottoni in piú e un jog wheel per spostarsi nel progetto, il NanoKEY studio offre invece in un unico strumento le funzionalitá di NanoKEY2 e di NanoPAD2, con in piú 8 potenziometri rotativi.

Piccola chicca: le versioni studio hanno una batterie integrata e possono connettersi con bluetooth

Compatibili con Mac, PC Windows e Linux, costano da Amazon 49€ per le versioni Nano2 e 129€ per le versioni Studio.

Con la mia nanoKONTROL2 ho trovato un fader difettoso, poco male, Amazon ha subito rimborsato e la nuova arrivata é perfetta.

Sono strumenti frutto ovviamente di un compromesso, non definitivi, ma che valgono la spesa, funzionano bene e offrono una compattezza che altre soluzioni non hanno.

 

-Luca Travaglini