Orrore a prova di Deb: uno zombie movie dai toni leggeri

Un’altra commedia horror sugli zombie?? Sì, amici miei. Oh sì.

Ok, fermi non chiudete la pagina.

Dopo la genialità di Shaun of the dead ed i millemila figli televisivi illegittimi, sarete stufi della solita horror comedy a tema zombie che ha spopolato nelle ultime, ahimè, due decadi. Persino io, amante senza paura di qualsiasi film a tema zombie, ho iniziato a schivare alcuni esemplari troppo anonimi e già visti. Ma non questo film. Non Deb!

Approdato al Toronto After Dark Film Festival (inizio a solleticare il vostro interesse?) questo film indipendente e dal carattere deciso del 2015 mostra con irriverente freddezza le disavventure di alcuni sopravvissuti a quella che viene definita come una inspiegabile malattia.

Pensate di essere sfigati? Pensate alla povera Deb, carattere spiccato e decisamente fuori dallo standard che riesce finalmente a fare una notte focosa con un uomo estremamente affascinante… di solito piove con gli avvenimenti insoliti, la sfortuna per lei è andata oltre, ha preferito far mangiare cervelli freschi alla popolazione.

Leggero ma non sciocco, piuttosto arguto, con punte profonde che preferiscono non prendersi troppo sul serio, questo film saprà farvi sorridere e dimenticare i vostri guai per qualche tempo.

Piccola chicca… non so quanti di voi ricorderanno Reaper, la serie TV su Mtv… diciamo che Ray Wise non si smentisce mai!

E perdonate se le comparse non saranno proprio sul pezzo, questo film indipendente non riesce ad avvicinarsi agli apici di un Zombieland, ma dalla sua ha una trama ben strutturata e dinamiche divertenti per niente accampate che permettono alle disavventure di proseguire lisce… e poi… a mr. Nick si può perdonare tutto!

Lo so, un altro film sugli zombie. Ce n’era bisogno? Di zombie? Dopo tutto questo tempo? Come disse qualcuno… sempre.

-Phill