Street Survivors: l’ultimo volo del Lynyrd Skynyrd

Come scrisse Chuck Klosterman, “la miglior mossa per una rockstar è quella di morire giovane”. Quando si tratta invece di (quasi) un gruppo intero, la faccenda diventa più complessa.

I Lynyrd Skynyrd nel 1974 divengono famosi con la loro hit Sweet Home Alabama, sorta di inno del southern rock e prima ancora avevano sfornato perle come Free Bird e Simple Man.

Il 17 ottobre 1977, quando la carriera è in fase avanzata di decollo, presentano Street Survivors, loro quinto album, corredato da un “kit di sopravvivenza dei Lynyrd Skynyrd” dentro il vinile, comodamente ricevibile a casa una volta compilato un modulo.

Tre giorni dopo la band si imbarca su un aereo Convair 240 che deve portarli a Baton Rouge Louisiana, per una data a supporto del disco appena uscito. Era strisciante la sensazione che qualcosa non stesse funzionando, un membro dell’entourage avrebbe dichiarato in seguito di aver visto del fuoco uscire da uno dei motori. Infatti appena decollato, il motore destro inizia a crepitare, come riportato da uno dei sopravvissuti Billy Powell, tastierista:

“Vado in cabina di pilotaggio, mi spiegano che stanno solo trasferendo carburante da un motore all’altro.”

Poco dopo il motore cessa di funzionare. Alle 6:42 del pomeriggio viene segnalato all’aeroporto di McComb che il velivolo è a corto di carburante. Il pilota tenta un atterraggio di emergenza tra le paludi per salvare le 24 persone a bordo, ma non c’è nulla da fare. Nel disastro perirono il cantante Ronnie Van Zant, il chitarrista Steve Gaines appena ingaggiato, la corista Cassie Gaines (sorella maggiore di Steve), il road manager Dean Kilpatrick, e due membri dell’equipaggio: il pilota Walter McCreary e il co-pilota William Gray.

Powell si rupperà il naso e riporterà ferite al ginocchio, il batterista Artimus Pyle verrà sbalzato fuori dall’aereo riportando alcune costole rotte. Sull’aereo doveva salire anche la corista Jojo Billingsley ma a causa di un famigliare ammalato avrebbe dovuto seguire i compagni per la data del 23 ottobre a Little Rock.

Un contadino si avvicina al luogo dell’incidente, Johnny Mote, ed è il primo a rendersi conto della gravità della situazione: serviranno tre elicotteri per portare il personale medico sul luogo, a causa della zona paludosa, mentre un bulldozer ricava un passaggio tra il campo e l’autostrada 568. Altri membri della band riporteranno fratture e ferite di varia natura.

A Behind The Music, una serie di documentari per la tv su VH1, Powell racconterà che la corista Cassie Gaines è morta dissanguata tra le sue braccia con la gola tagliata da un orecchio all’altro. Queste dichiarazioni porteranno a varie smentite da alcuni membri della band.

Il management degli Aerosmith aveva ispezionato lo stesso aereo nell’estate dello stesso anno, ritenendo però che sia il mezzo che l’equipaggio non dava le necessarie garanzie di sicurezza. La successiva indagine della National Transportation Safety Board indicherà i piloti colpevoli di non aver controllato il livello del carburante.

Street Survivors conquisterà rapidamente il disco di platino.

-Emanuele Maffi