Una Topolina Commedia e una Traversata Paperica: collana imperdibile

E’ già complesso e difficile approcciarsi al Poeta per antonomasia, Dante Alighieri, figurarsi farlo diventare un fumetto ed esserne all’altezza!

Eppure Guido Martina è decisamente un buon erede del Sommo, in quanto realizza più storie ben aderenti alla Commedia e che avvicinano i bambini al concetto cardine della stessa, la legge del contrappasso che vede la morte restituire ai dannati il vizio capitale che li ha caratterizzati in vita.

Lo sceneggiatore arricchisce il tutto con le didascalie dell’immagine declinate in rima incatenata, come nell’originale, cosa che deve aver richiesto davvero tanta abilità: questo consente al libro infatti di farsi apprezzare tanto anche dai palati più esigenti, per la sua scorrevolezza e la sua bellezza. Soprattutto quest’anno, che ricorre il settecentesimo anniversario dalla morte del Padre della lingua italiana, non si può non farsi tentare dall’acquisto di questa edizione speciale pubblicata da Giunti Editore.

Nel volume “Paper Odissea”, frutto della collaborazione tra Martina e Luciano Bottaro, disegnatore ed animatore delle storie, si genera una perfetta commistione tra le avventure rocambolesche dell’Ulisse omerico con i tratti peculiari dei personaggi del fumetto per come li abbiamo imparati ad amare: c’è il rifiuto categorico di Zio Paperone di separarsi dai suoi amati denari, la goffaggine amorevole di Paperino, la genialità di Archimede Pitagorico (che deve il suo nome italiano proprio a Guido), la caparbietà dei tre nipotini paperi, la bontà di Pippo. Ovviamente, discorrendo di avventure marittime, non potevamo non incontrare anche un cattivo di disneiana memoria, protagonista delle scorribande di Peter Pan.

In entrambi i volumi ho potuto apprezzare un’introduzione ed una conclusione che sono volte a fornire qualche dettaglio sull’autore originale e qualche curiosità sugli antichi Poeti, dettagli che rende veramente trasversale ed eterogeneo il lettore ideale.

Questa “Collana dei Capolavori” è una collezione che gli amanti della letteratura DEVONO assolutamente esporre nella loro libreria.

– Lisa Pisani