Viaggio al termine della notte: a Piacenza l’edizione 2021

Signore e signori, grandi e piccini, dopo mesi di preoccupazioni e passività pandemica, siamo finalmente lieti di presentarvi un vero e proprio evento che animerà la nostra città Piacenza nella serata di sabato 18/09: stiamo parlando del Viaggio al termine della notte, organizzato dall’associazione Parkour Piacenza A.s.d. in collaborazione con tante realtà sportive ed artistiche piacentine. Un grande evento e occasione di uscire dalle comfort zone e dalla quotidianità in totale rispetto delle regole vigenti senza rinunciare a divertimento ed avventura.

Che cos’è il Viaggio a termine della notte? Abbiamo deciso di farlo spiegare a Roberto Iamundo, co-fondatore di Parkour Piacenza, con una breve intervista.

Presentazioni: con chi stiamo parlando?
Sono Roberto Iamundo, atleta, istruttore e co-fondatore della Parkour Piacenza A.s.d; associazione che da più di un decennio si occupa della diffusione e della crescita di questa disciplina sul territorio piacentino.

Che cos’è “Viaggio al termine della notte” e in cosa consiste?
Si tratta di un gioco all’insegna dell’avventura e della sfida. All’inizio del viaggio ogni giocatore (Runner) riceverà una mappa della città con sette checkpoint contrassegnati sopra. Lo scopo del gioco è quello di riuscire a raggiungerli tutti entro il tempo limite, superare le prove al loro interno e arrivare fino al traguardo senza essere catturati dai Chaser, cacciatori che hanno come unico scopo quello di braccarli e impedirgli di arrivare fino in fondo. Se un Runner viene catturato, diventa a sua volta un Chaser, contribuendo mano a mano ad aumentare il livello della sfida. A vincere sono i Runner che riescono ad
arrivare fino all’ultimo checkpoint e il Chaser che riesce a mietere più vittime tra i giocatori.

Come e dove nasce questo genere di gioco?
Il Viaggio al termine della notte (ispirato dal titolo del romanzo di Céline del 1932: Journey to the End of the Night) nasce come grande gioco notturno negli ambienti universitari statunitensi negli anni Novanta. Nel tempo si è poi diffuso sempre di più, raggiungendo anche altri continenti e dando vita a centinaia di edizioni sparse in città di tutto il mondo.

Questa edizione di “Viaggio al termine della notte” è la prima che si svolge a Piacenza? Se no, quando si è svolto l’evento l’ultima volta?
Questa è la seconda edizione organizzata nel piacentino. La prima si è svolta nel 2012, riscuotendo parecchio successo e dando vita a storie e leggende che ancora oggi vengono tramandate.

Questa volta l’evento sarà svolto dopo un lungo periodo di pandemia e di difficoltà. Cosa vi aspettate per questa edizione?
La pandemia ha innegabilmente limitato tantissimo le occasioni per stare insieme e condividere esperienze di gruppo, e proprio per questo che dopo tanti anni abbiamo pensato di riproporre il Viaggio al termine della notte, che per sua stessa natura si adatta bene al periodo storico che stiamo vivendo: si svolge all’aperto, spinge i giocatori a evitare le vie trafficate per non essere catturati e prevede per lo più di correre e nascondersi in piccoli gruppetti o singoli individui. Si tratta di un’esperienza che alla fine della nottata tutti avranno vissuto insieme, ma seguendo strade e metodi diversi, senza mancare di rispetto
al difficile periodo che stiamo affrontando. La nostra speranza è che si riveli una buona scusa per tornare a condividere avventure in compagnia e conoscere persone nuove, esperienze che durante questa lunga pandemia sono mancate un po’ a tutti.

Chi può partecipare all’evento?
Davvero chiunque. Il Viaggio al termine della notte lascia estrema libertà ai partecipanti di affrontare la sfida a proprio modo. C’è chi proverà a giocarsela tutta di velocità, chi invece tenterà di diventare invisibile agli occhi dei Chaser, e così via. Per sua stessa natura è quindi un gioco che può essere approcciato a qualsiasi età e indipendentemente dalla propria preparazione fisica. L’importante è avere voglia di mettersi in gioco in un’esperienza completamente diversa da quelle a cui siamo abituati di solito.

Come si svolgerà il gioco? Ci sono regole particolari da seguire?
L’unica regola da tenere a mente è che si può contare solo sulla propria forze e intelligenza. Non si possono usare veicoli o altri mezzi di locomozione, e le fasce colorate che contraddistingueranno i giocatori dovranno essere sempre in vista, così da renderli riconoscibili. L’ingegno è la vera abilità che farà la differenza. Per il resto, finché ci si comporta sportivamente e nel rispetto della città e delle altre persone, tutto è concesso.

Chi ha organizzato l’evento e quali associazioni sono coinvolte?
L’evento è organizzato dall’associazione Parkour Piacenza insieme a Csen Piacenza, in collaborazione con altre realtà artistiche e sportive del territorio, tra le cui: La scuola di Circo Tadam; la palestra di arrampicata La Cavallerizza; l’associazione di scherma medievale Majistro RE; Funtasia animazione e Pasticceri della Slackline.

Si vince qualcosa al termine della caccia?
Gloria eterna e un posto nell’olimpo dei Runner e Chaser della nostra città. Il Journey to the end of the night, così come è nato alle origini, è un evento che ha come scopo quello di dare vita ad avventure e condivisioni fuori dalla propria confort zone. Ogni giocatore che abbia partecipato ad altre edizioni è sempre tornato a casa con storie incredibili da raccontare, nuovi amici e tanta soddisfazione. Noi crediamo fermamente che tutto questo valga più di qualsiasi premio.

A che ora inizia il gioco e come ci si può iscrivere?
Il ritrovo sarà ai Giardini Margherita di Piacenza, e le iscrizioni avverranno dalle 19 alle 19:30. Chiunque voglia iscriversi potrà farlo sul posto, oppure, ancora meglio, sul sito Parkourpiacenza.it, dove troverà una pagina dedicata, insieme a tutte le informazioni di cui si possa avere bisogno.

Attendiamo con hype il Viaggio al termine della notte, che documenteremo con dirette, foto e commenti dalla nostra pagina Fb e Instagram. Vietato mancare!

Per informazioni e contatti:

https://parkourpiacenza.it/

https://www.facebook.com/events/2565831516895662

-Ilaria Tagliaferri